Nell’Orto di San Francesco (2)

Ettore impegnato nella cura dei pulcini. Bisogna dar loro da mangiare e da bere. Il compito è chiaro, e ad Ettore sono fornite indicazioni semplici. La quantità di acqua e mangime è misurata. L’attività si presenta stimolante e gratificante, ed Ettore è ben lieto di eseguirla. È molto importante che il soggetto autistico non vada incontro a frustrazioni. Fondamentale è dunque non sopravvalutare mai le sue capacità, ed assegnargli sempre compiti che sia in grado di eseguire. La sua autostima ne uscirà rinforzata.

Advertisements

Una risposta a Nell’Orto di San Francesco (2)

  1. Mercedes Felletti ha detto:

    Sempre con TENEREZZA,credo sia la voce dei gesti,x queste persone diversamente abili,io direi(sfortunate),ma….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: